Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista utenti   Gruppi   Registrati   Profilo   Messaggi privati   Log in 
ANALISI DAILY E WEEKLY
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 32, 33, 34  Successivo
 
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Live Forex Precedente :: Successivo  
Ads
 Inviato: Mar Ago 22, 2017 6:38 pm  
Messaggio
  Ads




Segnali Forex: Rame, attendiamo la fine del rimbalzo.
 MessaggioInviato: Lun Mar 17, 2014 6:46 pm Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Rame, grafico di Price Action giornaliero
Rame: dopo una fase di incertezza e lateralità durata circa sette mesi (con il prezzo chiuso tra i livelli $3,40 e $3,15) il Rame ha avviato un movimento di ribasso che si è notevolmente accentuato lo scorso 7 marzo con il primo default di un bond cinese. Il prezzo è passato nell'arco della stessa giornata dai $3,20 ai $3,08 continuando poi il trend discendente nelle immediate sedute giungendo sui minimi quasi triennali di $2,90. Dopo questa fortissima discesa il Rame sta accumulando sopra il livello chiave appena menzionato, tentando un recupero tecnico rialzista che potrebbe giungere anche in area $3,04 (primo livello di Fibonacci) sulla quale si potrebbero ricercare segnali di trading short per riprendere il trend bearish.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Calendario Forex
La terza settimana di marzo inizia con pochi market movers rilevanti tra i quali possiamo ricordare l’inflazione della zona euro in febbraio (in netto aumento anche se non come il mercato prevedeva); la produzione industriale e manifatturiera degli Stati Uniti entrambe positive e sopra le attese.
Dopo il referendum di ieri in Crimea, che (era scontato!) ha confermato la volontà popolare di annettersi alla Russia separandosi dall’Ucraina, i mercati internazionali non risentono del clima di “guerra fredda” e viaggiano praticamente tutti in territorio positivo.
Il calendario economico di domani ci mostrerà il Minute della banca centrale australiana, il dato sull’inflazione statunitense e l’indice di fiducia tedesca ZEW.

Maurizio Orsini

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Segnali Forex: Aud-Nzd, occhio a segnali long!
 MessaggioInviato: Mer Mar 19, 2014 6:32 pm Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Aud-Nzd, grafico di Price Action giornaliero
Aud-Nzd: come abbiamo già visto in altri articoli, la coppia si trova in un trend ribassista di medio-lungo termine che sta giungendo però in un'area di supporto molto interessante. Il livello 1,0430 rappresenta infatti un minimo storico che non viene testato da ben 9 anni per cui, seppur all'interno di un momentum più ribassista che rialzista, rappresenterebbe comunque una situazione interessante quella di trovare un chiaro set up di price action long proprio su tale zona di supporto o anche sul precedente livello 1,0530 (magari simile alla Pin di fine gennaio). La strategia potrebbe essere quella di approfittare di un ritorno agli acquisti con un target di breve sul primo livello di resistenza 1,0730 per poi, eventualmente, puntare ad un ritorno sulla parte superiore del trading range a 1,09.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Calendario Forex
Giornata, quella odierna, con diversi importanti market movers: dal Giappone ricordiamo un discorso del governatore della BoJ Kuroda; dal Regno Unito la pubblicazione dei verbali dell'ultimo meeting di politica monetaria (livello tassi e acquisto asset confermati all'unanimità) e i dati sul mercato del lavoro che non sono risultati molto positivi (conferma della disoccupazione al 7,2% ma calo dell'occupazione e aumento dei sussidi alla disoccupazione). Tra poche ore avremo il dato sul prodotto interno lordo neozelandese e, soprattutto, la conclusione della riunione del Fomc con la decisione tassi e la comunicazione del tapering da parte di Janet Yellen.
Dopo il referendum in Crimea e la sua annessione ufficiale da parte della Russia i principali indici azionari si muovono intorno alla parità, in attesa delle decisioni della Fed.
Il calendario economico di domani ci mostrerà il secondo meeting di politica monetaria della settimana, in Svizzera, dove non sono attese variazioni. Altri dati giungeranno poi dagli Stati Uniti: sussidi alla disoccupazione, indice Philadelphia Fed e Super Indice.

Maurizio Orsini

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Video analisi Forex 21.03.2014 (Solo Grafici)
 MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2014 12:10 pm Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Le notizie giunte dalla Crimea con il referendum di domenica scorsa e l'annessione da parte della Russia non hanno influito sui mercati che, al contrario, hanno avuto una prima parte di settimana decisamente positiva. Laddove non è riuscita l'Ucraina è arrivata la Federal Reserve con il taglio nell'acquisto di asset governativi che ha messo le ali al dollaro e spinto al ribasso i corsi azionari.
Oltre a quello della Fed evidenziamo anche il meeting di politica monetaria in Svizzera, con la conferma da parte della SNB del livello dei tassi e del "floor" minimo nel cambio contro l'euro (pari a 1,20) che verrà mantenuto anche con l'acquisto illimitato di euro dato che il franco è considerato ancora troppo apprezzato.

Nella video analisi di questo venerdì vediamo insieme alcune interessanti opportunità di trading per la prossima settimana!

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Buon week-end
Maurizio Orsini

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Segnali Forex: Eur-Usd, pronti a rotture ribassiste?
 MessaggioInviato: Lun Mar 24, 2014 6:41 pm Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Eur-Usd, grafico di Price Action giornaliero
Eur-Usd: il grafico settimanale è ancora impostato al rialzo, con il prezzo sopra la EMA21, ma sia il quattro ore che il daily appaiono decisamente più ribassisti, sotto l'importante resistenza 1,3820 e la media mobile ed evidenziando la rottura della trendline rialzista di breve periodo. La strategia potrebbe essere quella di trovare un set up di price action proprio nel time frame H4 (al fine di ottenere un rapporto rischio/rendimento migliore) oppure di valutare un segnale di trading nel grafico daily confermato da una rottura ribassista della zona 1,3750 per una entrata in vendita con primo target in zona 1,3650 e poi eventualmente in area 1,3480.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Calendario Forex
L'ultima settimana di marzo inizia con una serie di dati manifatturieri dai differenti risultati: dalla Cina, dalla Germania e dagli USA sono giunti dati negativi e sotto le attese degli analisti a differenza della zona euro in cui sono state rispettate le previsioni. Dalla Germania e dall'area euro abbiamo ricevuto anche i dati sul PMI servizi che hanno deluso le attese nel primo caso e confermato le stesse nel secondo.
Gli indici asiatici hanno chiuso positivamente la prima seduta settimanale con ottime performance per Tokyo ed Hong Kong. Debole invece l'apertura delle borse europee (che chiudono al ribasso) e di quelle statunitensi.
Il calendario economico di domani ci mostrerà il consueto indice IFO tedesco; l'inflazione britannica; la fiducia dei consumatori statunitensi.

Maurizio Orsini

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Segnali Forex: Eur-Aud, il testa e spalla pare formato!
 MessaggioInviato: Mer Mar 26, 2014 6:37 pm Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Segnali Forex: Eur-Aud, il testa e spalla pare formato!

Eur-Aud, grafico di Price Action giornaliero
Eur-Aud: il ritorno alla forza del dollaro australiano, a cui stiamo assistendo nelle ultime sedute, pare confermare quello che fino a pochi giorni fa sembrava solo una potenziale figura di inversione. Dopo il massimo raggiunto in gennaio a 1,58 infatti il prezzo ha gradualmente continuato un movimento discendente rompendo la media mobile nel time frame settimanale (1,5160) e tutta la zona statica e dinamica di supporto 1,5130 (trendline rialzista annuale) e completando uno dei pattern di inversione di tendenza più conosciuti in analisi tecnica, il testa e spalla. Al fine di evitare false rotture e per avere la conferma del cambio trend è necessario attendere il ritest della cosiddetta "neckline" e quindi un pullback tecnico sul livello chiave 1,5130 con segnale di trading short sul time frame daily o H4. Il target di una operazione in vendita sarebbe per lo meno in area 1,45. Ovviamente in caso di un nuovo ritorno sopra la neckline (e quindi di falsa rottura daily) valuterei set up long sul time frame settimanale.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Calendario Forex
Il calendario economico di oggi ci presenta, tra i market movers più importanti, il dato sulla fiducia dei consumatori tedeschi (invariata), gli ordini dei beni durevoli statunitensi (in forte rialzo) e, tra poche ore, la bilancia commerciale neozelandese.
I principali indici azionari oggi chiudono una seduta positiva con performance buone per l’Asia e l’Europa. Indici americani, al momento, appena sopra la parità.
Domani riceveremo le vendite al dettaglio in Gran Bretagna e numerosi dati provenienti dagli Stati Uniti: il prodotto interno lordo, i consumi individuali, i sussidi alla disoccupazione.

Maurizio Orsini

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
 MessaggioInviato: Mer Mar 26, 2014 6:57 pm Rispondi citando  
Messaggio
  peppe.9999
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 17/11/12 10:55
Messaggi: 865

Ciao Maurizio,
complimenti per la tua rubrica,

Eur aud vede realizzare il pattern daily ma non ancora confermato.
Andando a spulciare i tf superiori ,noto che il prezzo è in prossimità del minimo della barra di controllo e per di piu' su una vecchia resistenza che funge da supporto.la situazione piu' agevole non sarebbe aspettare sotto per uno short? Wink

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Mer Mar 26, 2014 11:24 pm Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Ciao Peppe, ti ringrazio intanto per la tua considerazione.
In un'ottica mensile si, sarebbe meglio attendere la rottura di quel livello, considerando pero il weekly ed ancor di più il daily si può già pensare in ottica short. Ovviamente qualunque posizione va aperta non "a prescindere" ma SOLO in presenza di un segnale di trading ribassista che confermi la tendenza e la validità del TS, proprio per evitare false rotture!
Saluti!
Maurizio

peppe.9999 ha scritto:
Ciao Maurizio,
complimenti per la tua rubrica,

Eur aud vede realizzare il pattern daily ma non ancora confermato.
Andando a spulciare i tf superiori ,noto che il prezzo è in prossimità del minimo della barra di controllo e per di piu' su una vecchia resistenza che funge da supporto.la situazione piu' agevole non sarebbe aspettare sotto per uno short? Wink

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
 MessaggioInviato: Gio Mar 27, 2014 9:45 am Rispondi citando  
Messaggio
  ricominciodazero
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 28/02/11 10:53
Messaggi: 509

Ciao Maurizio, trovo molto interessanti le tue analisi, e mi piacerebbe sapere cosa pensi della vicinanza ai massimi storici di NZD/USD e della possibilità di un nuovo intervento dela Banca centrale NZ, o di una eventuale indifferenza visti i risultati ottimi dei dati sulla bilancia commerciale.
un saluto
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Gio Mar 27, 2014 10:43 am Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Buongiorno!
Per quanto riguarda la vicinanza ai massimi del Kiwi non ho particolari "frenesie": se su tale area 0,88 il prezzo ci mostrerà segnali short, anche se in controtrend, li considererò con la solita prudenza dei controtrend magari con una "fiducia"in più legata alla concentrazione di vendite che potrebbero esserci su tale zona. Se non ci saranno segnali short continuerò a seguire il trend e quindi a ricercare segnali long...d'altronde le resistenze storiche possono essere anche violate (vedi indici americani!).

Da un punto di vista macro: non credo ci siano nuovi interventi della RBNZ dopo l'incremento tassi che abbiamo avuto 2 settimane fa. Tassi elevati possono penalizzare le esportazioni e quindi la bilancia commerciale (cosa sicuramente non gradita in Nuova Zelanda!).

Tanti saluti e buona giornata
Maurizio

ricominciodazero ha scritto:
Ciao Maurizio, trovo molto interessanti le tue analisi, e mi piacerebbe sapere cosa pensi della vicinanza ai massimi storici di NZD/USD e della possibilità di un nuovo intervento dela Banca centrale NZ, o di una eventuale indifferenza visti i risultati ottimi dei dati sulla bilancia commerciale.
un saluto
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
 MessaggioInviato: Gio Mar 27, 2014 11:16 am Rispondi citando  
Messaggio
  ricominciodazero
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 28/02/11 10:53
Messaggi: 509

Maurizio Orsini ha scritto:
Buongiorno!
Per quanto riguarda la vicinanza ai massimi del Kiwi non ho particolari "frenesie": se su tale area 0,88 il prezzo ci mostrerà segnali short, anche se in controtrend, li considererò con la solita prudenza dei controtrend magari con una "fiducia"in più legata alla concentrazione di vendite che potrebbero esserci su tale zona. Se non ci saranno segnali short continuerò a seguire il trend e quindi a ricercare segnali long...d'altronde le resistenze storiche possono essere anche violate (vedi indici americani!).

Da un punto di vista macro: non credo ci siano nuovi interventi della RBNZ dopo l'incremento tassi che abbiamo avuto 2 settimane fa. Tassi elevati possono penalizzare le esportazioni e quindi la bilancia commerciale (cosa sicuramente non gradita in Nuova Zelanda!).

Tanti saluti e buona giornata
Maurizio

ricominciodazero ha scritto:
Ciao Maurizio, trovo molto interessanti le tue analisi, e mi piacerebbe sapere cosa pensi della vicinanza ai massimi storici di NZD/USD e della possibilità di un nuovo intervento dela Banca centrale NZ, o di una eventuale indifferenza visti i risultati ottimi dei dati sulla bilancia commerciale.
un saluto


Sempre puntuale, sensato e cortese.
grazie e buona giornata anche a te
Profilo Invia messaggio privato
Video analisi Forex 28.03.2014
 MessaggioInviato: Ven Mar 28, 2014 12:49 pm Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

La settimana in corso non ha presentato novità particolari: nessuna riunione di politica monetaria, market movers di ordinaria volatilità, indici azionari piuttosto contrastati ed in lateralità, nessuna notizia internazionale degna di particolare menzione.

Sicuramente l'inizio di aprile sarà decisamente più interessante (e volatile) con la riunione della banca centrale australiana (aumenteranno i tassi come in Nuova Zelanda?) e della BCE con relativa conferenza stampa di Mario Draghi. La prossima settimana avremo anche la pubblicazione dei dati mensili sul mercato del lavoro statunitense, le Non Farm Payrolls; non assisteremo invece alla decisione tassi del Regno Unito (in genere il primo giovedì del mese come per la BCE) pianificata per il 10 di aprile.

Nel video che ho preparato questo venerdì analizziamo insieme alcuni interessanti strumenti (Aud-Usd, Eur-Cad, Usd-Yen, Oro) e i miei trades in corso (USOil, Aud-Chf, Eur-Aud, Gbp-Aud)!

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Buon week-end
Maurizio Orsini

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Segnali Forex: Dow Jones, siamo sui massimi!
 MessaggioInviato: Mer Apr 02, 2014 4:57 pm Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Dow Jones, grafico di Price Action giornaliero
Dow Jones: continua il momento rialzista dei principali indici azionari che pare non risentire affatto delle tensioni internazionali legate soprattutto alla situazione ucraina. Nello specifico entrambi i principali indici americani sono ormai tornati sui livelli di massimo storico e possiamo anche prepararci a eventuali storni ribassisti.
Il Dow Jones ha ripreso ad inizio febbraio un movimento rialzista che, dopo la correzione tecnica/emotiva di marzo, lo ha riportato sul massimo storico 16.550. Questo livello chiave era già stato raggiunto a fine 2013, e poi ritestato a fine gennaio, con una successiva forte reazione ribassista. Questo mi spinge a valutare entrate in vendita, con target sul supporto 16.150, ma solo in presenza di un chiaro segnale di Price Action short che mi indichi un esaurimento della spinta dei compratori. La resistenza infatti, pur essendo molto importante, potrebbe essere anche violata al rialzo per il raggiungimento di nuovi massimi (in zona 16.950), come d'altronde il Dow Jones (e lo S&P) ha già realizzato lo scorso novembre in area 15.700 e a metà dicembre sui 16.150!


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Calendario Forex
Dopo l'intensa giornata di ieri con i numerosi dati manifatturieri, i dati sulla disoccupazione in Europa ed il meeting di politica monetaria in Australia abbiamo avuto oggi una seduta decisamente più tranquilla da un punto di vista macroeconomico. Il calendario non ci ha mostrato market mover di alta volatilità attesa ma, fra quelli di media rilevanza, evidenziamo il dato sulla variazione dell'occupazione ADP statunitense (in salita ma meno del previsto), considerato un "anticipo" del più importante Non Farm Payrolls di dopodomani.
I mercati asiatici hanno archiviato una seduta positiva, così come rialzista è stata l'apertura dei principali indici europei che poi si riportano intorno alla parità (male però Milano) in seguito all’apertura poco mossa di Wall Street.
La notizia più attesa di domani è sicuramente la riunione monetaria della BCE e la conferenza stampa del suo governatore Mario Draghi per capire se verranno prese nuove e chiare misure espansive per affrontare il rischio deflazione. La giornata sarà comunque molto intensa anche per i molti dati sul PMI Servizi che riceveremo da Giappone, Cina, zona euro, Regno Unito; la bilancia commerciale e le vendite al dettaglio in Australia; i sussidi alla disoccupazione ed il dato non manifatturiero dagli Stati Uniti.

Maurizio Orsini

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Video analisi Forex 04.04.2014
 MessaggioInviato: Ven Apr 04, 2014 11:11 am Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Questa settimana abbiamo avuto due riunioni di politica monetaria ma soprattutto la seconda (nella zona euro) era quella più attesa dal mercato.
Il meeting della banca centrale australiana infatti ha confermato le linee guida monetarie così gli analisti si aspettavano; al contrario c'era molta attesa per valutare le mosse di Mario Draghi in virtù del dato negativo sull'inflazione della zona euro che minaccia una entrata in deflazione così come successe anni fa in Giappone. Ebbene la decisione della Banca Centrale Europea alla fine è stata quella di confermare sia i tassi che l'attuale forward guidance sulla base di un livello di inflazione considerato ancora sotto controllo. Nonostante questo la BCE non esclude in futuro l'utilizzo di "misure non convenzionali" (quantitative easing) per garantire la stabilità dei prezzi.
Un altro market mover importante è previsto proprio oggi dagli Stati Uniti con la pubblicazione dei dati mensili sul mercato del lavoro (e conseguente forte volatilità sul dollaro e gli indici azionari).

Nella video analisi di oggi consideriamo i miei trades a mercato e alcune buone opportunità di trading!

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Buon week-end
Maurizio Orsini

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Segnali Forex: Petrolio, long verso i massimi semestrali!
 MessaggioInviato: Mer Apr 09, 2014 12:26 pm Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Petrolio, grafico di Price Action giornaliero
Petrolio: dopo un movimento di correzione, avvenuto nella prima parte del mese di marzo, il WTI ha intrapreso una graduale salita che lo ha riportato al di sopra del livello psicologico $100, confermando il trend rialzista evidenziato dalla trendline bullish partita ad inizio anno e testata più volte nelle ultime settimane. Dopo il crollo del 1 aprile (legato ai timori sulla minore domanda cinese in virtù del calo manifatturiero) il Petrolio è tornato ad apprezzarsi, anche per i timori di nuovi problemi in Ucraina, e quota al momento al di sopra della media mobile 21 sia nel grafico H4 che in quello daily e settimanale. In questo ultimo time frame abbiamo una situazione grafica molto interessante, con la candela Pin rialzista di tre settimane fa confermata dalle due successive weekly candles con false rotture bullish. Il prezzo pare essere ben impostato per raggiungere e superare l'area chiave $104 ed un'opportunità di price action long potrebbe essere ricercata sul supporto intermedio $101,60 qualora il Petrolio stornasse temporaneamente in quella zona; in caso contrario valuteremo quello che succederà sui massimi semestrali per scegliere la giusta strategia operativa.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Calendario Forex
Tra i principali market movers di oggi ricordiamo il report mensile della banca centrale giapponese, la fiducia dei consumatori in Australia (in netta ripresa), la bilancia commerciale tedesca (peggio delle attese) e britannica (in ripresa). L'appuntamento più atteso si terrà comunque tra poche ore dagli Stati Uniti con la pubblicazione del Minute del FOMC, ossia dei verbali relativi all'ultimo meeting di politica monetaria della Federal Reserve.
Oggi registriamo un'altra seduta di pesanti vendite per Tokyo, che perde più del 2%, all'interno di una giornata contrastata per le piazze asiatiche. Apertura moderatamente positiva per l'Europa che al momento prosegue in buon rialzo.
Il calendario economico di domani sarà molto intenso e ci presenterà, come notizia principale, la riunione di politica monetaria della Bank of England: nessuna variazione è attesa dal mercato in merito al livello dei tassi e all'acquisto di asset. Tra gli altri importanti market movers del giorno ricordiamo il dato manifatturiero in Nuova Zelanda; l'inflazione e i dati sul mercato del lavoro in Australia, la bilancia commerciale cinese, il report mensile della BCE; i sussidi alla disoccupazione statunitensi.

Maurizio Orsini

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Video analisi Forex 11.04.2014
 MessaggioInviato: Ven Apr 11, 2014 11:53 am Rispondi citando  
Messaggio
  Maurizio Orsini
Senior Trader
Senior Trader

Registrato: 19/04/12 13:33
Messaggi: 454

Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto la conferma da parte della Bank of Japan e della Bank of England in merito alla politica monetaria vigente: confermati i rispettivi tassi di interesse (0,10% e 0,50%) così come la base monetaria giapponese ed il livello di acquisto asset britannico.
Dagli Stati Uniti i verbali dell'ultimo meeting monetario della Fed hanno evidenziato un miglioramento del mercato del lavoro (confermato anche ieri con l'ottimo dato dei sussidi alla disoccupazione) ed una debolezza economica nella prima parte dell'anno soprattutto a causa delle difficili condizioni climatiche che hanno colpito gli USA nei mesi scorsi.
Positivi sono stati dall'Australia i dati sul mercato del lavoro con una disoccupazione in calo contro le attese degli analisti.

La prossima settimana prestiamo attenzione all'importante dato sull'inflazione della zona euro, al meeting di politica monetaria della Bank of Canada e alla forte diminuzione di liquidità che avremo il prossimo venerdì in occasione della chiusura di molte piazze azionarie (Venerdì Santo).

Vi lascio con il consueto video settimanale per dare un'occhiata alle mie operazioni in corso ed alcune opportunità di trading per i prossimi giorni!

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Buon week-end
Maurizio Orsini

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


P.S: con il video settimanale l'appuntamento è per dopo Pasqua.
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Live Forex

Pagina 33 di 34
Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 32, 33, 34  Successivo

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

CI SIAMO TRASFERITI QUI: http://forum.forexup.biz





Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group phpbb.it
Macinscott 2 by Scott Stubblefield


Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 0.243