Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista utenti   Gruppi   Registrati   Profilo   Messaggi privati   Log in 
PSICOLOGIA DEL TRADING
Vai a 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Fate il vostro bilancio Precedente :: Successivo  
Ads
 Inviato: Mar Mag 30, 2017 9:15 am  
Messaggio
  Ads




PSICOLOGIA DEL TRADING
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 9:54 am Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

" I Traders professionisti hanno lo stesso approccio dei giocatori d' azzardo professionisti e dei proprietari di casinò"

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 9:59 am Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

Voi non dovete pensare di trovare il setup perfetto per indovinare il risultato successivo.
Essere trader bravi non vuol dire non sbagliare mai, sbagliare è una funzione naturale dell' essere umano ed esisterà sempre.
Quello che conta è avere un sistema che metta la probabilità di vincita a tuo favore su un largo campione di tentativi.

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 10:01 am Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

Non bisogna provare euforia nell' impostare il trade successivo ad una serie vincente o paura nell' impostare il trade successivo ad una serie perdente.
Ogni trade è statisticamente indipendente l' uno dall' altro.

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 10:08 am Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

Dovete IMPOSTARE SEMPRE LO STOP LOSS.
Non farlo significa non accettare il rischio di perdere all' inizio per pedere tutto il conto in un' operazione sola.
E' assurdo, ma piuttosto che chiudere a -20 pips si preferisce fare scivolare la perdita fino a -300 piuttosto che chiudere la posizione. Sarebbe una ferita troppo grande per l' ego.
Questa ferita nasce dall' aspettativa che noi abbiamo sul trade che stiamo facendo e cioé l' aspettativa di vincere.
ASPETTATIVA= ciò che noi nella nostra mente crediamo accadrà nell' ambiente esterno (mercato) e che se non accadrà ci procurerà dolore.

NEL TRADING LA POSSIBILITA' DI PERDERE è SEMPRE PRESENTE.
Non bisogna convincersi del contrario, ma neanche spaventarci di questa convinzione,
ma bisogna realizzare un sistema che ha un' alta probabilità di vincita su un largo campione di tentativi.

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 10:11 am Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

Studiate, studiate, ma non limitate la vostra conoscenza a quello che studiate. La vera conoscenza avviene dall' osservazione...
Non crediate che il testa e spalle sarà sempre un pattern di inversione.
Vedetelo solo come un punto critico da cui il prezzo può andare su, giù o restare in congestione.
Forse il pattern funzionava bene quando non c' erano i computer e pochi lo riuscivano a costruire, ma adesso non ha più la stessa funzione.

Non cercate di razionalizzare il movimento cercando di dire " ah certo! non ha invertito perché sotto c' era un supporto, S2, Fibo,ecc" perché la prossima volta che ci sarà il Fibo ecc. il prezzo andrà giù senza problemi. Provare per credere.

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."


L'ultima modifica di conti il Lun Giu 01, 2009 7:19 pm, modificato 3 volte
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 10:18 am Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

Lo Stop Loss è quello spazio di prezzo che serve per vedere se la nostra previsione funziona al di sotto del quale riteniamo che la probabilità che vada come avevamo previsto diminuisce troppo ed è meglio uscire.

Ho detto Previsione, sì ma previsione non è aspettativa.. noi possiamo credere che il prezzo vada in una direzione, ma NON DOBBIAMO ASPETTARCI che andra lì sicuramente.. cioé noi dobbiamo sapere che se noi entriamo long crediamo che il prezzo vada su, ma che se va giù è uno cosa che può accadere..perche TUTTO PUò ACCADERE NEL MERCATO. Ma forti del nostro sistema saremo pronti ad entrare alla prossima opportunità OFFERTA DAL MERCATO e non da quella che noi vogliamo vedere.

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."


L'ultima modifica di conti il Lun Giu 01, 2009 7:20 pm, modificato 1 volta
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 10:25 am Rispondi citando  
Messaggio
  stefano m m
Trader Amatore
Trader Amatore

Registrato: 15/03/09 11:31
Messaggi: 231
Residenza: Milano

Uso uno stop loss di 15 euro ogni 10.000 di valore di contratto... anche più stretto... 60 euro su 50.000 di contratto.

A volte mi sono mangiato le mani... così adesso, dopo uno stop, mollo per qualche tempo e evito di seguire i corsi.

Almeno per me, il pericolo è quello... pensare "accidenti, bastava tenere i nervi a posto...". Così, in un'altra occasione, si tengono i nervi a posto... e si sprofonda...
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 10:44 am Rispondi citando  
Messaggio
  psycoxand
Trader Amatore
Trader Amatore

Registrato: 20/03/09 22:26
Messaggi: 246

Grazie conti per condividere le tue esperienze, mi trovi d'accordo con tutto ciò che hai scritto.

Io nell'impostazione dello stoploss non ragiono a "punti", non stabilisco prima quanto posso perdere massimo su quella posizione ma effettuo una veloce analisi di come il mercato potrebbe reagire venendomi contro e fino a che punto potrei sopportare l'evento contario.

Se apro una posizione di 10.000 a 5 con TP a 30 guardo il grafico per individuare supporti che se subiscono una rottura potrebbero far andare davvero male le cose.

Nella mia posizione decido quindi che la massima perdita sostenibile è di -20Pip ma cè un supporto "forte" a -30pip, imposto il mio stop loss a -35 pip...

Cmq avrei dovuto premettere che io rischio sempre molto.... Embarassed
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 10:46 am Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

La perdita per un trader professionista è quello che per un trader medio equivale al lancio di una monetina: tu puoi puntare su testa, ma se ti esce croce per te non è una catastrofe universale, perché CI POTEVA STARE.
E alla stessa maniera dovete pensare al trading, con la sola differenza che, mentre la monetina ha un 50% di probabilità di uscire in un modo o nell' altro, i pattern di comportamento del mercato possono rendere
questa percentuale >50%, MA MAI AL 100%.

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 10:55 am Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

Tuttavia è bene comprendere a fondo questo concetto sui pattern di prezzo: questi sono formati dal COMPORTAMENTO DI UNA COLLETTIVITA' DI TRADERS.
I pattern possono ripetersi più volte nel tempo, ma NON SEMPRE. La maggior parte dei pattern possono assomigliare a qualcosa che noi nella nostra mente abbiamo visto in passato e allora scatta la ASSOCIAZIONE che ti fa vedere le stesse cose che hai visto nel passato e ti fa venire l' aspettativa di cosà accadrà di lì a poco...
NESSUN PATTERN è MAI UGUALE A QUELLO SUCCESSIVO.
OGNI MOMENTO NEL MERCATO è UNICO.

Affinché si verifichi lo stesso pattern, dovrebbero partecipare gli stessi traders, nello stesso momento, con gli stessi lotti, .... E' IMPOSSIBILE!

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 11:06 am Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

VOGLIA DI VINCERE--> BISOGNO DI PARTECIPARE --> SE PARTECIPO DEVO VINCERE---> NON POSSO PERDERE---> NON METTO LO STOP LOSS COSì NON RISCHIO DI PERDERE.

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 11:17 am Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

Per certi versi il gioco d' azzardo è pure più semplice, in quanto tu ,ad es. se scommetti alla roulette o al blackjack, sai già quanto puoi perdere perché per accedere al gioco devi fare una puntata, lì sei un PERDENTE ATTIVO.

Nel Trading tu per perdere non devi fare proprio niente... dopo che entri basta che lasci andare la tua posizione e perderai sempre di più (o vincerai). NON DEVI FARE NULLA,Nel trading sei un PERDENTE PASSIVO. mentre il blackjack ha una struttura interna data dalle regole stesse del gioco che ti permette di perdere un tot che scommetti... nel mercato queste regole mancano..ed è questo il più grande pericolo. Devi essere capace di usare la tua mente per porre le regole, altrimenti sei perso.

Mi ricordo tempo fa su qualche programma in TV che parlavano di un gruppo di matematici che andavano nei [CENSORED] a fare il balckjack e che ,grazie ad un loro metodo, contavano il numero delle carte che uscivano in una certa maniera e in base a ciò vincevano probabilisticamente.
Mi pare che a tutt' oggi nei [CENSORED] i "contatori" se scoperti sono accompagnati gentilemnte fuori..

Inoltre nel gioco d' azzardo sulla singola puntata o vinci o perdi.
La cosa è molto immediata è non necessita di ore e ore in cui tu stai vincendo poi dopo un' attimo stai perdendo, poi rivinci,ecc...

In ogni modo se noi siamo qui a fare forex è perché crediamo che abbiamo + probabilità di vincere nel forex che nel gioco d' azzardo.
Altrimenti non ci sarà mica qualcuno che lo fa soltanto perché basta sollevare la panza dal letto alla sedia accanto e stare comodamente a casa? O perché ha studiato tanto e ha perso tempo e allora deve per forza fare il forex a vita? O perché ha perso e allora ha voglia di rifarsi per non sentirsi un perdente nel forex, per non avere debiti col forex, o per fargliela pagare al mercato?
Il mercato si muove da una prospettiva neutrale.
Non gliene può frega de meno se tu vinci o perdi, per lui tu singolarmente manco esisti! E' come un' elefante che fa un passo e ammazza 100.000 formiche...manco se n' è accorto del disastro che ha fatto. Lui fa la sua vita e non ti deve rendere conto di niente a te. Non puoi inveire sul mercato perche il testa&spalle non ha invertito, lui fa quello che vuole e non lo fa contro di te.

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."


L'ultima modifica di conti il Lun Apr 06, 2009 11:58 am, modificato 2 volte
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 11:53 am Rispondi citando  
Messaggio
  stefano m m
Trader Amatore
Trader Amatore

Registrato: 15/03/09 11:31
Messaggi: 231
Residenza: Milano

Questo mi ricorda il mio povero zio Anacleto, detto Cleto o affettuasamente Il Cletino. Dopo una vita dedita all'alcol, si ritirò per un meritato riposo a San Remo.
Là mi rivelò il suo system per il Casinò, divenuto celebre tra i pensionati come "La martingale del Cletino":

- 100.000 sul rosso, se vinci prendi i 100.000 e punta 100.000, se perdi:
- 200.000 sul rosso, se vinci prendi i 200.000 e punta 100.000, se perdi:
- 400.000 sul rosso, se vinci ancora hai un [CENSORED] tremendo, se perdi:
- 800.000 sul rosso, se vinci fatti due bianchi e vai casa, se perdi:
- 1.600.000 sul rosso, sia che vinci sia che perdi, fatti tutta la bottiglia.

Entrammo in discussioni filosofiche sulla "memoria della pallina" e della ricorrenza del rosso e del nero... poi come sempre nella vita (per lui) venne il momento del "rien ne va plus"
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Mar Apr 14, 2009 12:36 pm Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

Ricordatevi le 5 VERITA' FONDAMENTALI DEL TRADING:

1. Qualsiasi cosa può accadere.

2. Tu non hai bisogno di sapere cosa accade dopo per fare soldi.

3. C' è una distribuzione casuale (random) tra vincite/perdite per ogni set di variabili che noi consideriamo nel definire il nostro sistema.

4. Quello che ci serve per vincere costantemente non è niente più che basare il nostro sistema su una probabilità più alta che una cosa accada rispetto ad un altra.

5. Ogni momento nel mercato è unico.


Nei prossimi giorni ci soffermeremo sulla descrizione di ognuna delle 5 verità.

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."


L'ultima modifica di conti il Dom Mar 28, 2010 8:38 pm, modificato 1 volta
Profilo Invia messaggio privato
 MessaggioInviato: Mer Apr 15, 2009 8:24 pm Rispondi citando  
Messaggio
  conti
Trader professionista
Trader professionista

Registrato: 15/04/08 20:35
Messaggi: 552
Residenza: Firenze

1. Qualsiasi cosa può accadere.

Ci sono sempre FORZE SCONOSCIUTE. Basta giusto un trader in qualsiasi parte del mondo per negare il risultato del tuo sistema. Qualsiasi eccezione a questa verità presente nella tua mente sarà origine di conflitti e potenziale causa di percepire il mercato come "minaccioso".
Bisogna creare uno stamo mentale "disinteressato" che accetti il fatto che ci sono sempre forze sconosciute operanti nel mercato.
A livello razionale, la tua mente ti difenderà automaticamente contro l' idea o l' assunto che tu puoi sapere di sicuro cosa accadrà.

E' una contraddizione credere che, da un lato, ogni trade è un evento unico con un risultato incerto e casuale e , dall' altro, credere di sapere sicuramente cosà accadra e aspettarsi di avere ragione.

Se credi in un risultato incerto devi aspettarti che possa accadere qualsiasi cosa.
Altrimenti se tu entri nella nozione di dire "io so che..." allora ti blocchi dal considerare tutte le variabili sconosciute.

Mi spiego con un esempio pratico: se tu lanci una monetina e credi di azzeccare il risultato, non necessariamente ti aspetti di indovinare solo perché magari hai indovinato l' ultimo risultato. Né ti aspetti di sbagliare perché hai sbagliato l' ultimo risultato.
Questo perché tu credi in una distribuzione random tra testa/croce, la tua aspettativa è perfettamente allineata con la realtà della situazione.
Se indovini ti fa piacere, ma se sbagli non ti senti tradito perché sai che ci sono variabili sconosciute che influenzano il risultato.
Per "Sconosciuto" si intende qualcosa che il tuo processo razionale di pensiero non è in grado di considerare in anticipo, ma di cui cmq ne conosce l' esistenza e l' influenza e per tal motivo c' è poca possibilità di sentirti tradito.

In ogni modo aspettare un risultato random, non vuol dire che non puoi usare le tue piene abilità analitiche e di ragionamento per proiettare un risultato o che tu non puoi indovinare un risultato..perché tu puoi!

"Tu puoi avere ragione in ogni istante, semplicemente non devi aspettarti di avere ragione".

Quello che so quando entro in un trade è che basandomi sul comportamento passato del mercato, la probabilità di muoversi nella direzione del mio trade sono buone o accettabili almeno in base a quanto voglio spendere per scoprire se è vero (stop loss).
La perdita non rappresenta un dolore perche era l' ammontare di soldi che avevo bisogno di spendere per scoprire se era un trade vincente.

_________________
"Il rischio maggiore per un trader?
La voglia di rifarsi dopo aver subito una perdita."


L'ultima modifica di conti il Dom Mar 28, 2010 8:38 pm, modificato 1 volta
Profilo Invia messaggio privato
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Fate il vostro bilancio

Pagina 1 di 3
Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3  Successivo

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

CI SIAMO TRASFERITI QUI: http://forum.forexup.biz





Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group phpbb.it
Macinscott 2 by Scott Stubblefield


Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 0.293